Compro oro, come funziona un compro oro e tutte le curiosità

Compro oro, come funziona un compro oro e tutte le curiosità

Il compro oro, così come suggerisce lo stesso nome, non è altro che un’attività commerciale che acquista e vende oggetti realizzati in oro, argento e platino pagandoli in base al tasso di cambio in corso. Questo negozio permette quindi di ottenere del denaro in maniera facile e veloce.

Prima di iniziare la propria esperienza di vendita è molto importante sapere bene cosa fa un compro oro, come funziona un compro oro e tutti i dettagli del caso per non ritrovarsi impreparati.

Compro oro, come funziona un compro oro e i documenti richiesti

Le ragioni che spingono a vendere i propri oggetti in oro, argento o platino sono diverse. A volte si tratta di catenine rotte inutilizzabile, ninnoli passati di moda o regali di cui sbarazzarsi. Il fine è sempre quello di ottenere una somma in denaro utile da investire per svariate necessità.

In ogni caso, coloro che hanno intenzione di vendere i propri oggetti in oro attraverso un compro oro dovranno disporre non solo del codice fiscale, ma anche di un documento di identità valido, ovvero non scaduto. In mancanza non sarà possibile portare a termine la transazione.

I documenti servono per accertare la maggiore età di chi vende, i cui dati anagrafici saranno successivamente anche registrati così come previsto dalla legge, proprio per evitare possibili reati. Il registro riporterà anche la descrizione dettagliata degli oggetti messi in vendita, la caratura e il peso.

Il fermo degli oggetti venduti

I preziosi che vengono accettati e venduti presso il compro oro restano all’interno del negozio per circa 10 giorni in stato di fermo, in modo che le autorità possano avere il tempo necessario per accertare la provenienza e soprattutto che non si tratti di merce rubata. Entro questo termine i clienti possono sempre ritornare dal compro oro per esercitare il recesso e chiedere di riacquistare gli oggetti. Il fatto di poter avere un ripensamento e del tutto ricorrente, ma molti ignorano la possibilità di riottenere il possesso di quanto precedentemente venduto.

La fase della valutazione dell’oro

Tutti gli oggetti venduti presso un compro oro vengono accuratamente valutati tenuto conto del peso e della quotazione reale sul mercato. In fase di valutazioni non si considera la lavorazione artistica dell’oggetto o l’aspetto strettamente estetico.

Bisogna anche considerare che la quotazione dei metalli preziosi non è sempre la stessa ed è continuamente soggetta alle oscillazioni del mercato. Questo vuol dire che alcuni giorni, piuttosto che in altri, potrebbero essere maggiormente redditizi per vendere l’oro.

Diversa è la questione delle pietre preziose, come ad esempio i diamanti. La valutazione stavolta dipende da tanti fattori, fra cui la grandezza, la qualità e il grado di purezza della gemma. Inoltre verrà anche analizzato il taglio.

In conclusione

I compro oro seri e professionali offrono valutazioni senza chiedere denaro in cambio o alcun obbligo di vendita, per consentire ad ogni cliente di conoscere in modo trasparente la somma che sarà possibile ricavare dalla vendita dei preziosi. Bisogna diffidare da chi offre un servizio di valutazione a pagamento, perché dietro questa pratica potrebbe nascondersi una fregatura.

Chi cerca un compro oro a Catania può affidarsi a Orofollia per ottenere valutazioni gratuite e senza alcun impegno.