Cos’è, come funziona e a cosa serve un servizio di Hosting?

Cos’è, come funziona e a cosa serve un servizio di Hosting?

Hai intenzione di avviare un sito web? Allora dovrai obbligatoriamente imparare cos’è e come funziona un servizio di hosting.

Oggi la rete presenta mille opportunità per tutti, dal libero professionista che vuole farsi conoscere dal proprio pubblico, fino ad arrivare al piccolo blogger che desidera scrivere sulle proprie passioni. Poi troviamo ovviamente le piccole, medie e grandi aziende, che richiedono di rafforzare la propria presenza online. In tutti questi casi non parliamo di social ma di siti web, che rappresentano la vetrina digitale per eccellenza. Ebbene, per lanciare un sito su Internet è richiesto l’acquisto (o per meglio dire, il noleggio) di un servizio di hosting. Ecco perché oggi ti spiegheremo di cosa si tratta, come funziona e quali sono alcuni dei migliori su piazza.

Cos’è un hosting e come funziona?

Cominciamo subito chiarendo il significato di hosting, la cui traduzione significa “ospitante”. E infatti questo ospite altro non è che un server fisico, situato in un locale esterno, che ha lo scopo di contenere tutti i file del nostro futuro sito web. Questi server sono dei veri e propri super computer, e di solito le aziende che si occupano di questi servizi posseggono intere sale piene di tali macchinari, note come “farm” (fattorie).

A questo punto dovresti aver già intuito il funzionamento di un hosting, ma è nostra intenzione approfondire, per chiarirti ancor di più l’argomento. Cosa sono i server? In pratica, questi computer possono essere paragonati ad una vera e propria casa: senza di essa, non potresti mai trovare il tuo posto su Internet, perché non avresti un ambiente fisico in grado di contenere tutti i file e le pagine del tuo sito web. Naturalmente non tutti i server sono uguali, e anche qui la metafora della casa può risultare utile per farti un paio di esempi:

  • Hosting condiviso: costa meno, e ti consente di ottenere il tuo spazio hosting condividendo il server con altri siti. In sintesi, è come avere dei coinquilini.
  • Hosting dedicato: la “casa” è tutta tua, dunque costa di più, ma non dovrai condividere con nessun altro il tuo spazio server.

Prima di procedere, è bene sottolineare che un utente può soltanto noleggiare uno spazio su questi server, e in genere è possibile farlo scegliendo fra piani annuali o pluriennali, a seconda delle opzioni disponibili. Variano anche i costi, dato che dipendono sempre dalle risorse che quel server mette a disposizione (spazio database, memoria fisica disponibile, larghezza di banda, visite mensili totali concesse, eccetera).

Qual è il miglior servizio di hosting?

Quale hosting scegliere? È una bella domanda, e non esiste una risposta giusta a priori, perché tutto dipende dalle tue esigenze. Se vuoi creare un piccolo blog, e pensi di non fare molte visite mensili, allora può andar bene anche un servizio economico. Viceversa, se hai intenzione di creare il sito per la tua azienda o un e-commerce, dovrai optare per opzioni più costose e performanti. Chiaramente si possono trovare delle soluzioni con buone prestazioni e con prezzi tutto sommato contenuti, come testimoniano le opinioni su ServerPlan, ad esempio. Noi abbiamo selezionato tre servizi di hosting molto noti, e qui di seguito ti forniremo un piccolo spaccato su ognuno di essi.

  • ServerPlan: iniziamo dal già citato ServerPlan, che riesce ad offrire delle prestazioni di tutto rispetto, ad un costo non economico ma comunque competitivo. Sono infatti presenti dei piani progettati per tutte le tasche, dallo Starter Kit (24 euro annui) fino ad arrivare al Professionale (210 euro annui).
  • Aruba: il servizio hosting Aruba è uno dei più economici in circolazione, dunque ha dei naturali difetti derivanti dal costo basso. Non è adatto per siti professionali ad alto traffico, l’assistenza non è eccelsa e i server non sono molto moderni. Di contro, se hai poche pretese e vuoi risparmiare al massimo, Aruba può farti comodo.
  • Keliweb: probabilmente una delle migliori opzioni in termini di rapporto fra qualità e prezzo. Keliweb è un hosting 100% italiano con tantissimi piani disponibili, e con un servizio di assistenza competente e sempre disponibile. Inoltre parliamo di un CDN, ovvero di un servizio pensato per velocizzare il caricamento delle pagine.

Cos’è il dominio Internet?

Ora che sai cosa sono i server hosting e a cosa servono, dobbiamo chiarire anche cos’è un dominio, perché molti utenti alle prime armi li confondono. Se da un lato il server è la casa del tuo sito, dall’altro il dominio è il suo indirizzo. Vuol dire che, proprio come accade con le abitazioni, nessuno potrebbe mai raggiungere il tuo portale senza conoscerne l’ubicazione.

In realtà, il dominio (come “esempiosito.it”) è un semplice nome nato per semplificare la vita alle persone, dato che si collega automaticamente all’indirizzo IP dell’hosting. Indirizzo che, per la cronaca, è numerico (ad esempio: 123.456.7.8). Infine, la registrazione del dominio avviene tramite servizi noti come Registrar, e molti hosting consentono di farlo gratis per il primo anno.