Creazione di siti web ottimizzati SEO

Creazione di siti web ottimizzati SEO

La SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization, ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca. Un sito web deve essere predisposto in modo da soddisfare il web design ma soprattutto la SEO. In questo modo può essere appetibile per gli spider, gli algoritmi che utilizzano i motori di ricerca per controllare periodicamente i siti presenti in rete per stabilire l’ordine dell’elenco durante la ricerca.

Chi si occupa di creazione siti web ottimizzati SEO (www.alessandrogiovanazzi.it), sanno che gli utenti non guardano quasi mai la seconda pagina di risultati, per tale motivazione più il sito si trova in altro e maggiori sono le probabilità che sia visto. È quindi necessario ottimizzare il sito web SEO, ma come fare? Il SEO è una combinazione di tecniche, strategie e marketing che devono essere in equilibrio tra loro in modo da portare ad un risutato soddisfacente.

Web design SEO: come ottimizzare le immagini

Un sito web privo di immagini sarebbe noioso e triste, perderebbe subito il suo fascino e quindi anche chi lo legge cambierebbe immediatamente sito cercando altro. Se si pensa a chi ha successo, ricordando il suo sito web la prima cosa che viene in mente è un’immagine.

SEO immagini: Ogni immagine ha un nome

Prima di tutto bisogna dare un nome ad ogni immagine non lasciare che ad indicare una specifica foto vi sia la dicitura generale: immagine.jpg. Questo perché tale dicitura non ha alcuna utilità ai fini del SEO in quanto si deve contestualizzare il titolo dell’immagine con l’argomento del sito. Nello stesso modo si deve inserire l’attributo Alt per poter essere identificata e classificata.

Spesso viene dimenticato o sottovalutato questo valore che non viene inserito contrastando così la scalata nella SERP di Google, ovvero il motore di ricerca più utilizzato nel mondo. L’attributo Alt è la didascalia di ogni immagine, quindi deve essere realizzata combinando una serie di parole chiave pertinenti senza esagerazioni per non andare incontro alla penalizzazione.

Se si vuole realizzare un sito web responsive al 100% si deve inserire l’attributo Alt per consentire al sintetizzatore vocale di descrivere le immagini alle persone che presentano una disabilità a livello visivo.

SEO immagini: leggerezza è la parola d’ordine

Non bisogna mai sottovalutare le dimensioni delll’immagine scelta per essere condivisa in un sito web, inserendola nel testo in modo strategico. È importante che non si utilizzino file troppo grandi in quanto potrebbero rallentare il caricamento del sito oltre a influire in modo negativo nell’esperienza dell’utente. Inoltre in questo modo si hanno anche penalizzazioni riguardo all’ottimizzazione SEO per far sì che il lavoro fatto non venga considerato web responsive perciò di basso livello qualitativo.

Un errore comune è credere che basti ridurre la dimensione dell’immagine per poter cambiare l’impatto sul sito web, in realtà questa accortezza non è sufficiente. Se si decide di caricare sulla pagina un’immagine che ha una grandezza pari a 5 Mb, non si può ridurne il peso diminuendo i pixel questo perché quando questa viene aperta si trova comunque a caricare il peso totale di 5Mb. Si devono utilizzare programmi particolari per riuscire a ottimizzare le immagini regolando anche il peso.

Questi sono solo alcuni consigli per ottimizzare il proprio sito evitando alcuni problemi comuni per quanto riguarda la creazione di siti web ottimizzati SEO con immagini. Rivolgersi a professioni evita di perdere tempo e denaro, visita ora il sito www.alessandrogionanazzi.it per prenotare un’analisi completa.