Il sistema di incentivi auto 2020

Incentivi auto 2020, tutte le novità

La Legge di bilancio 2020 prevede un sistema di erogazione incentivi auto costruito sulla falsariga di quello dell’anno precedente, definendone requisiti e regole per poterne beneficiare.

Come descritto qui di seguito, rispetto al 2019, vi sono dei significativi cambiamenti in materia di rottamazione auto.

Divieti e bonus: verso una maggiore sostenibilità

Nell’ottica di incentivare la mobilità sostenibile è previsto un sistema di incentivi per coloro che decidono di acquistare un’auto elettrica o ibrida o ibrida a basse emissioni Co2 dal 1° marzo 2019/2020 fino al 31 dicembre 2021. Specialmente nelle Regioni del Nord Italia si ricorre sempre più frequentemente all’imposizione di divieti di transito nelle zone urbane per le auto più inquinanti o di balzelli per promuovere comportamenti virtuosi e consapevoli in tema di impatto ambientale, scoraggiando in questo modo l’utilizzo di veicoli ad alte emissioni Co2. Con i bonus previsti per la rottamazione auto, acquistare veicoli più sostenibili rottamando quelli vecchi a maggiore impatto ambientale, diventa un’opzione sempre più plausibile per i proprietari dei veicoli più inquinanti.

Perché acquistare auto meno inquinanti: l’Ecobonus

L’Ecobonus di cui si sente tanto parlare non è altro che un bonus erogato a tutti coloro che, entro il 31 dicembre 2021, opteranno per l’acquisto un nuovo veicolo con emissioni Co2 fino a 70 g/km con un prezzo di listino fino ai 61.000 euro IVA inclusa (50.000 iva esclusa). Ci sono due casi, legati al quantitativo di emissioni.

Automobili con emissioni da 0 a 20 g/km

Acquistando un’auto con emissioni, da 0 a 20 g/km, l’ammontare dell’incentivo sarà pari a 4.000 Euro.

Automobili con emissioni da 21 a 70 g/km

Nel caso di acquisto di un’auto con emissioni da 21 a 70 g/km, l’importo si abbassa a 1.500 Euro.

Coloro che decidono di rottamare un veicolo appartenente alla categoria 0, 1, 2 e 3, sempre entro il tetto massimo di spesa di 61.000 Euro, possono beneficiare del bonus, somma compresa tra i 2.500 e i 6.000 Euro.

Cos’è l’incentivo novità

Questo incentivo novità 2020 è destinato a chi decide, entro il 31 dicembre 2021, di rottamare:

  • un veicolo di almeno classe Euro 3,
  • un motociclo omologato fino alla classe Euro 2 ed Euro 3,
  • un motociclo omologato fino alla classe Euro 2 ed Euro 3 a due tempi.

Beneficiari dell’incentivo sopra citato sono esclusivamente i residenti delle zone urbane metropolitane più inquinate interessate a procedure di infrazione UE. Si tratta di una somma di 1.500 Euro per veicolo e 500 Euro per motociclo, destinata non all’acquisto di un altro veicolo, ma utilizzata nei tre anni successivi come buono per l’acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico, biciclette a pedalata assistita o utilizzo dei servizi di mobilità condivisa ad uso individuale.

Bonus acquisto auto con rottamazione: regole e requisiti a livello regionale

La domanda ai fini della concessione del contributo può essere presentata annualmente, nel periodo prestabilito mediante la pubblicazione del bando. Dunque gli incentivi sono in vigore solo in certi periodi dell’anno, ad eccezione delle Province autonome di Trento e Bolzano. Il sistema degli incentivi prevede regole e requisiti precisi che variano da Regione a Regione. Dunque, a livello regionale cambia non solo l’importo del Bonus ma anche le regole per potervi accedere.

Data la complessità e la tecnicità delle regole, spesso per i rivenditori di autovetture risulta difficile comunicare ai potenziali clienti le opportunità provenienti dal sistema di incentivi.

Il tipo di autovettura (benzina/metano/ibrida/elettrica) e la categoria del beneficiario (residente/privato/impresa) sono i parametri specifici su cui è costruito il sistema di incentivi auto.

Bonus auto Sardegna

La Sardegna è la regione dove l’importo del Bonus raggiunge la cifra più alta, con un massimo 25.000 Euro per furgoni e pulmini a trazione elettrica, dove i beneficiari sono piccole e medie imprese.

Bonus auto Trentino

Il bonus varia dai 2000 ai 4000 Euro per quanto riguarda la Regione Trentino. Coloro che possono beneficiarne sono residenti ed imprese proprietari veicoli elettrici e ibridi plug in.

Bonus auto Friuli Venezia Giulia

Gli importi variano dai 1500 ai 5000 Euro per la demolizione in Friuli Venezia Giulia. I destinatari sono i residenti acquirenti di autovetture Euro 6 entro i 4000 cc bifuel benzina/metano o ibride, o autovetture elettriche.

Bonus auto Emilia-Romagna

Per le medesime categorie, per la demolizione auto in Emilia-Romagna la somma del Bonus è compresa tra i 2000 e i 3000 Euro.

Bonus auto Veneto

In Veneto, l’importo varia dai 1500 ai 300 Euro per veicoli classe 6 D-temp o Euro 6D ad emissioni di PM 10 non superiori ai 4,5 mg/km, CO2 fino 130g/km e di NOX fino 126g/km.

Bonus auto Lombardia

Ancora più complesso lo schema previsto dalla Regione Lombardia. Per quanto riguarda la categoria “privati”, i proprietari   di autovetture con emissioni PM 10 non superiori ai 4,5 mg/km di C02 fino 130g/km e di NOx fino a 126g/km possono beneficiare di una somma compresa tra i 2000 e gli 8000 Euro.