Indicizzare un sito su Google: consigli utili

Indicizzare un sito su Google: consigli utili

Se hai un sito prova a fare questo semplice esperimento.
Digita nella barra del motore di ricerca di Google qualche frase che teoricamente potrebbe portare al tuo sito.
Se ad esempio vendi ebook di cucina, digita l’argomento.
Il tuo sito compare? Bene. Il tuo sito non compare? Niente paura, è solo un problema di cattiva indicizzazione siti Google. In questa guida ti daremo utili consigli su come indicizzare un sito su Google.

Indicizzazione siti Google: perché è importante?

La risposta a questa domanda è molto semplice: per farti trovare.
Come avrai potuto notare, se il sito non è indicizzato non compare nei risultati di ricerca.
Il motivo del resto è facilmente intuibile. Con la quantità di contenuti in rete, sarebbe impossibile per Google mostrare tutto, e così preferisce (e predilige) i siti ottimizzati.
Ma cosa significa che un sito è ottimizzato?
Innanzitutto significa che tutte le pagine devono esserlo, altrimenti potresti letteralmente perdere tempo su un contenuto in una pagina che non viene poi mostrata in rete.
In secondo luogo significa che quando Google arriva, tu devi essere pronto.

Come ottimizzare un sito

Segui questa semplice metafora. Google ha a disposizione una vera e propria rete nella quale sono contenuti miliardi di content.
Periodicamente scansiona questa rete e pesca i contenuti più adatti, dove per adatto intendiamo appunto indicizzato, cioè pronto per essere mostrato.
Quindi, tu non devi influire su Google nel senso della scansione, perché questo motore di ricerca effettua periodiche ricerche online.
Quello che devi fare è conoscere la differenza tra indicizzazione e posizionamento.
Una cosa è il posizionamento, cioè appunto la posizione che il tuo sito ricopre nella pagina dei risultati, altra è l’indicizzazione, cioè l’essere inseriti nell’indice (da qui il termine) di Google, in modo che possa letteralmente leggere il nome del tuo sito come se sfogliasse un indice di un libro.
Quando Google ti trova, ti posiziona, ma se non ti trova (non ti indicizza) dove potrebbe metterti?
L’indicizzazione passa per le parole chiave. e per la sitemap.
Crea un account con Search Console e crea una mappa del tuo sito, che sia sempre aggiornata.
In questo modo Google leggerà il tuo nome e la tua mappa.

Verificare l’indicizzare di un sito

Se non conosci lo strumento gratuito Google AMP questa è la buona occasione per imparare ad usarlo.
In questo caso, non dovrai nemmeno inviare la sitemap (anche se devi sempre crearla).
Altrimenti, una volta creata la sitemap ed inviata potrai verificarne l’efficacia.
Ecco cosa devi fare:

  • crea la sitemap ed inviala;
  • apri Google Search Console e seleziona ‘scansione’;
  • seleziona adesso ‘sitemap’ e fai un confronto tra quello che hai creato tu e quello che Google legge.

Le pagine corrispondono?
Il numero è lo stesso?
A volte Google impiega del tempo per completare il processo, ma ci sono anche casi in cui omette delle pagine, le cosiddette ‘pagine di sistema’.
E se le pagine non indicizzate invece vorresti mostrarle?
Devi chiederti perché Google non le riconosce.
Ci sono forse contenuti duplicati?
Ricorda sempre di non scrivere contenuti doppi (piuttosto aggiorna vecchi articoli).
Fai questa semplice prova. Vai a questo indirizzo e scrivi nella barra di ricerca l’url del tuo sito.
Il software ti dirà subito se ci sono, contenuti duplicati. Può capitare, soprattutto se vendi i prodotti online che hanno delle schede descrizione simili.
L’importante è che non ci sia più del 5% di contenuti doppi.
Eliminali e poi riprova con Google Search Console a monitorare la tua sitemap.
Se il problema era quello, dovrebbe essere risolto e il tuo sito dovrebbe funzionare bene.
Usa dei plugin che monitorano costantemente il sito per scovare subito eventuali doppioni da eliminare per ripristinare la piena funzionalità.