La ricostruzione a gel delle unghie alcune tecniche e consigli utili per poterla avere sempre perfetta

La ricostruzione a gel delle unghie: alcune tecniche e consigli utili per poterla avere sempre perfetta

La ricostruzione delle unghie è ormai una delle tecniche maggiormente diffuse in ambito estetico, proprio per tutti i vantaggi che questa è in grado di offrire: la durata delle unghie grazie a questa metodologia è di circa un mese, tuttavia di contro occorre essere in grado di effettuarla nel modo corretto per evitare di danneggiare l’unghia e tutta la mano in generale.

È importante avere un kit ricostruzione unghie professionale completo. Nel nostro articolo di oggi parleremo di alcuni consigli a parer nostro particolarmente utili per poter avere una manicure sempre perfetta sotto ogni punto di vista, più nello specifico relativi alla ricostruzione delle unghie e come farla in modo tale da non rovinare il letto ungueale naturale.

Sei interessato a scoprire tutto quello che c’è da sapere su questa particolare tematica? Bene, allora non possiamo fare altro che consigliarti di continuare nella lettura del nostro articolo, in quanto stiamo per andare ad analizzare ogni singolo dettaglio. Ti auguriamo quindi una buona lettura!

1. Le varie tecniche per poter avere la ricostruzione delle unghie

Per questa metodologia vi sono numerose tecniche. La ricostruzione delle unghie sfrutta l’allungamento dell’unghia naturale tramite una tip oppure utilizzando delle cartine millimetrate che verranno applicate sotto la propria unghia per poter effettuare l’allungamento con il gel costruttore. Si utilizzano kit professionali per ricostruzione unghie. Di contro, si può anche decidere di utilizzare un kit per unghie professionale che utilizza l’acrilico, il quale però richiede una maggiore esperienza è una migliore attenzione al prodotto, il quale può essere all’inizio più complesso da modellare anche sul pennello. Ovviamente per poter mettere in atto questa metodologia occorre disporre di un kit ricostruzione unghie professionale per usufruire di prodotti molto validi che non vadano a rovinare le unghie naturali della cliente oppure di se stessi, nel caso in cui ci si facesse la manicure in totale autonomia. Allo stesso modo, se si volesse sfruttare la tecnica dell’acrilico di cui abbiamo parlato, bisogna avere un kit ricostruzione unghie acrilico professionale.

2. Cosa deve contenere un kit ricostruzione unghie professionale completo? I consigli utili per trovare il kit migliore sul mercato

Un kit professionale per fare la ricostruzione delle unghie deve possedere alcuni strumenti fondamentali che bisogna sfruttare nell’esecuzione proprio di questo. Innanzitutto deve possedere un buffer per opacizzare le unghie prima di iniziare il trattamento, e delle lime per poter mettere in atto la preparazione dell’unghia al gel che si andrà ad applicare nei secondi momenti. Trattandosi di kit per la ricostruzione unghie, inoltre, ci devono essere cartine oppure di tips da applicare sull’unghia, in questo caso con in dotazione anche la colla per il loro utilizzo. Di contro, nel caso in cui vi fossero le cartine, dovrebbero esserci i gel per poter portare a termine tutti e tre gli step, dunque una base, un gel costruttore e un sigillante per poter concludere il tutto. Non sarebbe inoltre un kit di ricostruzione unghie se non ci fossero dei pennelli, dei colori che si asciugano in lampada, e delle piccole decorazioni per poter iniziare a fare delle nail art di base, acquistando successivamente tutto il resto degli articoli che potrebbero essere utili per poter creare delle unghie sempre più creative e fantasiose. Uno degli elementi fondamentali nel kit ricostruzione unghia è la lampada, e noi consigliamo che questa sia a LED in quanto in questo caso l’asciugatura del gel sarà molto più rapida e non ci saranno elementi UV che possono essere a lungo termine potenzialmente dannosi per la salute della persona.