Link Building per un’attività di successo: quali sono le migliori strategie

Link Building per un’attività di successo: quali sono le migliori strategie

Il posizionamento di un sito web dipende da innumerevoli fattori: le tecniche di SEO On Page spesso da sole non bastano per ottenere traffico organico. Ed è a questo punto che subentra la link building, una tecnica di SEO Off Page che presenta tanti vantaggi. La strategia non può essere messa in atto da soli: è necessario affidarsi alla migliore agenzia link building.

Questo approccio SEO ha un obiettivo: riuscire ad aumentare i link in ingresso sul proprio sito. Noti anche con il termine di backlink, possono essere utili per migliorare il ranking sui motori di ricerca. Quando si sceglie di investire sulla link building? Il web è ormai diventato estremamente competitivo: non è semplice posizionarsi in determinati settori, e c’è bisogno di un aiuto e di un supporto concreto.

Posizionamento con link building: come funziona?

L’aspetto da non sottovalutare rimane la qualità. Ciò vuol dire che non otterremo una visibilità enorme sin da subito con link scadenti o fatti male, ma ricaveremo in realtà l’effetto contrario, ovvero una penalizzazione dai motori di ricerca. La quantità e la qualità dei link che puntano al sito web devono essere eccellenti.

La “costruzione di link” è una tecnica SEO all’avanguardia, che deve essere fatta seguendo un filo logico. È importante avere presente che i motori di ricerca guardano ai backlinks come alle raccomandazioni: prendendo in esame il sito web, lo reputano sempre più affidabile e sicuro. Autorevole in un determinato campo.

Page Rank, cos’è

Prima di continuare a parlare di link building, il Page Rank merita un approfondimento a parte. È vero: non conosciamo l’algoritmo di Google, ma sappiamo quali sono alcuni dei fattori rilevanti che possono essere utili per un’eccellente ottimizzazione sui motori di ricerca. Il Page Rank è sostanzialmente il voto dato a un sito da Google, e si basa sulla qualità e sulla rilevanza dei link che vi puntano.

Strategie di link building, quali sono le più diffuse?

Una volta compreso il meccanico del Page Rank, è importante approfondire le più comuni strategie di link building per farsi un’idea su quale scegliere. Per esempio, gli appassionati di SEO conosceranno sicuramente la tecnica del guest post, ma non vanno sottovalutate le infografiche.

Guest Post, come funzionano?

È forse la tecnica più diffusa per fare link building. In questo caso ci si appoggia su un sito web famoso o autorevole, soprattutto nel settore di competenza. Inserendo il link di rimando, si ottengono molti vantaggi nell’immediato. In primis, avere un link che punta al sito web, e dunque che migliora il Page Rank. Poi, un articolo scritto da una persona competente, e dunque un articolo tecnico e di qualità, fa certamente la differenza.

Infografiche, cosa sono

Strutturare una infografica è in realtà un ottimo modo per fare link building, soprattutto perché si dà modo di leggere uno schema semplice con dati e informazioni. Le infografiche vengono citate e dunque linkate: lo scopo è di raggiungere un backlink ottimizzato SEO, ma non solo. Infatti, è una delle strategie di link building più naturali di sempre, proposta anche dalle web agency.

Analisi backlink, lo strumento sul lungo termine

Naturalmente, ogni strategia va monitorata sul lungo termine. Per mettere in atto una pianificazione di link building efficace, è essenziale controllare e monitorare l’andamento, considerare eventuali penalizzazioni, peggioramenti o miglioramenti. Esistono vari strumenti utili per eseguire un’ottima analisi dei backlink, come la Zoom Authority.

Di sicuro, è importante non incappare in quegli errori SEO che possono peggiorare la qualità di un sito web e penalizzarlo sul lungo termine. Inoltre, è molto importante affidarsi a un’agenzia specializzata nei backlink naturali, così da non temere ripercussioni negative sul lungo termine.