Non solo fumo: i semi di cannabis trovano spazio a tavola

Non solo fumo: i semi di cannabis trovano spazio a tavola

La canapa è una pianta versatile utilizzata per diversi scopi a partire dall’antichità. La cosiddetta “Canapa Sativa Alimentare” è una variante specifica e selezionata da cui si ricavano dei semi che possono venire utilizzati come un vero e proprio integratore naturale. Inserirli in un regime alimentare bilanciato permette di migliorare la salute dell’organismo, offrendo numerosi benefici all’individuo. Clicca qui per approfondire.

Ai semi di Canapa non manca proprio nulla

Una delle particolarità principali dei semi di Canapa riguarda il loro alto contenuto proteico, qualità assai rara negli alimenti di origine vegetale. Sono l’ideale per i vegetariani che spesso soffrono di carenze di proteine poiché escludono dalla propria dieta tutti gli alimenti di origine animale ricchi di proteine. I grassi Omega 6 e Omega 3 presenti nei semi di cannabis aiutano a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo “cattivo”, favorendo la produzione di quello “buono”. Infine, i semi di Cannabis sono una vera e propria miniera di vitamine e sali minerali. La vitamina A e la E sono antiossidanti naturali che rallentano l’invecchiamento cellulare. Calcio, magnesio, potassio sono, invece, elementi fondamentali per un corretto funzionamento del metabolismo e importantissimi all’interno di una dieta sana e bilanciata.

I semi di Canapa fanno bene a tutti

I semi della cannabis sono un elemento in grado di fornire un adeguato apporto nutrizionale a chiunque, ovviamente non sono l’ideale in caso di diete ipoproteiche. Sono un alleato importante per coloro che soffrono di malattie infiammatorie, per soggetti dal colesterolo alto e per tutti quelli che soffrono di patologie cardiovascolari, muscolari e del sistema nervoso. I semi di canapa, inoltre, sono un’eccezionale fonte di proteine e di energia per gli sportivi e diventano un prezioso aiuto all’interno di diete prive di alimenti di origine animale.

Qualche idea per consumare i semi di Cannabis

I semi possono presentarsi in forma integrale o decorticata, hanno un sapore che ricorda quello della nocciola e sono prefetti per arricchire diversi piatti caldi o freddi. Stanno bene in zuppe, minestre ed insalate e possono essere mangiati come nutriente spuntino. Esistono anche diverse farine di semi di Canapa con cui realizzare ricette dolci o salate. Al giorno andrebbero consumati circa 50 g di semi decorticati. L’olio di semi di Canapa spremuto a freddo per non alterare le proprietà della materia prima può essere usato a crudo per condire i piatti.

Pesto ai semi di Canapa

Questo preparato, ottenuto con semi di Canapa è l’ideale per condire primi piatti in maniera leggera ma saporita. Prepararlo è semplice, basta usare due cucchiai di semi di Canapa, basilico fresco, aglio, sale e pecorino. Si frullano tutti gli ingredienti insieme finché non si ottiene un composto cremoso e omogeneo. Va usato al momento per condire la pasta o il riso.

Biscotti vegani con semi di Canapa

Questi originali biscotti sono l’ideale per chi sceglie un’alimentazione vegana, del tutto di alimenti di origine animale. Per i biscotti “veg” serviranno 150 g di farina “0”, un paio di cucchiai di semi di Canapa decorticati, 100 g di zucchero, latte di mandorla e olio d’oliva. In una ciotola si mescolano tutti gli ingredienti tranne il latte che andrà versato alla fine per dare all’impasto un aspetto compatto e morbido. Si forma un panetto e si lascia riposare in frigo un paio d’ore avvolto nella pellicola. Si realizzano i biscotti formando delle palline da schiacciare e si cuociono in forno a 180 gradi finché non saranno ben dorati.