Tecnologia Positiva, come affrontare la crescita personale

Tecnologia Positiva, il nuovo modo di affrontare la crescita personale

L’interesse nella cosiddetta “tecnologia positiva” – ovvero la tecnologia pensata per migliorare la qualità delle nostre vite – è aumentato notevolmente negli ultimi anni.

Oggi abbiamo di tutto, dalle app che ti aiutano a essere felice a quelle con sensori che tracciano i tuoi livelli di stress.

Per far fronte alla crisi di benessere psicologico dell’era moderna, la tecnologia può dunque non solo essere una parte del problema (visto che ci rende più distaccati da noi stessi) ma anche contribuire alla soluzione.

Quattro tipi di tecnologia positiva

La maggior parte delle nuove pensate tecnologiche possono essere categorizzate in una o piĂą tipologie di tecnologie positive.

Informativa

Questo tipo di tecnologia positiva fornisce informazioni utili a ottenere felicitĂ  e benessere. Ritroviamo qui vari siti e app di crescita personale che contengono articoli e strumenti concreti per migliorare la vita come Efficacemente o Dentro la tana del coniglio.

L’unico risvolto negativo (se così si può definire) della tecnologia informativa è che sapere qualcosa non vuol dire necessariamente avere le capacità di agire grazie ad essa.

Molte persone sono consapevoli che i soldi non fanno la felicitĂ , ma poche sono quelle che riescono a smettere di inseguirli per concentrarsi su valori diversi.

Accademica

Questo tipo di tecnologia positiva fornisce qualcosa di piĂą della semplice informazione, ma ti dĂ  compiti, lezioni strutturate e altre attivitĂ  mirate a rafforzare le abilitĂ  relative alla costruzione del proprio benessere personale.

Un esempio è l’app Happify, una piattaforma scientifica che insegna la felicità con attività mirate a ridurre lo stress e aumentare la gratitudine.

Il problema con tale approccio è che non tutti sono in grado di seguire istruzioni “scolastiche”, e per loro avere compiti da fare potrebbe risultare noioso e scoraggiante.

Tecnologia Positiva, come affrontare la crescita personale
Come affrontare la crescita personale attraverso la tecnologia positiva

Supporto pratico

Il terzo tipo di tecnologia positiva include quelle app che ti sono di sostegno mentre fai qualcosa di pratico per il tuo benessere, come meditare o correre.

Questo approccio ha l’intenzione di aumentare la motivazione a fare queste attività tracciando i tuoi progressi o aiutandoti nel processo.

Le app di supporto alla meditazione come Headspace o Calm, per esempio, ti aiutano a rilassarti e ti permettono di ascoltare musica o una guida vocale mentre mediti.

L’unico problema qui è che se non siamo motivati a meditare o a correre c’è poco che un’app può fare per spingerci a farlo, quindi dipende sempre da noi.

Approccio passivo

Nel quarto è ultimo tipo di tecnologia positiva troviamo tutti quei siti e quelle pagine che puntano a costruire il benessere in modo inconscio, cioè attraverso segnali, foto o post, contenenti messaggi positivi.

Ci sono diverse pagine Facebook e Instagram, per esempio, che pubblicano quotidianamente citazioni e frasi che ispirano, piccoli estratti di saggezza che promuovono sentimenti costruttivi come il perdono, l’autostima, l’amicizia, l’amore.

Tecnologia e crescita personale: un connubio vincente

Ovviamente ci saranno tipi di tecnologia positiva diversi, perché sono una combinazione di quelli menzionati o perché completamente nuovi.

Il punto centrale qui è che per chi è veramente intenzionato a migliorarsi gli strumenti a disposizione sono davvero talmente variegati da rendere difficile non trovare la soluzione più personalizzata.

Il bello della tecnologia, quando viene usata in modo positivo, è che connette le persone.

Se prima per avere consigli su come combattere la tristezza si doveva chiedere ad amici o parenti, con il rischio di non trovare nessuno in grado di aiutare, oggi ci sono milioni di voci online che condividono la loro esperienza con questo problema e ti dicono come hanno fatto a superarlo.

Con questo ammontare di informazioni disponibili non fare nulla diventa allora una decisione personale piĂą che una scelta forzata.

Che il tuo obiettivo sia usare meglio il tuo tempo, sconfiggere la depressione, migliorare il tuo rapporto con un partner o rilassarti di più, c’è un app, un sito, una pagina Instagram o un gruppo Facebook che può essere d’aiuto.

L’unica cosa che devi fare è trovare la volontà di agire.